I COLORI..."PENSIERI DELLA MIA MENTE" E LE MIE POESIE..."LA MELODIA DEL MIO CUORE"

In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

mostra CARLA COLOMBO

mostra CARLA COLOMBO
Ospite del CENTRO CULTURALE GABRIO CASATI di Muggiò e del ristorante-pizzeria "DA GIANCARLO" di Muggiò, espongo alcune mie opere dal 5 ottobre al 7 novembre 2017 - L'inaugurazione, accompagnata da un dopo cena e da un omaggio artistico, sarà presentata dal presidente dell'associazione Nazzareno Proietto e saranno declamate alcune mie poesie tratte da "La melodia del cuore" dall'attrice artista Giovanna Barnoffi. Vi aspetto per passare una serata in compagnia e senza tanti formalismi.

8 gennaio 2010

RASSEGNA STAMPA :



Il progetto di mail art- vinile 45° organizzato da VIRGINIA MILICI al quale ho partecipato



è stato pubblicato sul periodico d'arte EUROARTE - dicembre/gennaio 2010


inoltre :

SULLA RIVISTA
 N 1 TALENTS MI

mi sono state riservate le pag. 6-7-8-9
RECANTE ALCUNE FOTO DELLE MIE OPERE E DUE POESIE,
UNITAMENTE AD UN'INTERVISTA EFFETTUATAMI
DALLA DIRETTRICE DELLA RIVISTA GRAZIA ALLERA BARBI  .

L'intervista :

Com'è il legame tra te e le tue orgini, la tua terra che spesso rappresenti nelle tue opere

Sono nata in Brianza, una terra di antiche culture e di tradizioni forti, di credenze e leggende, trovando in essa un dialogo quasi spirituale e per la quale nutro un forte legame. La mia famiglia è di origine contadine ed ho quindi vissuto i periodi dell’ infanzia e dell’adolescenza a stretto contatto con la “vera terra”, quella fatta di profumi, di raccolti, di serate attorno ad un camino scoppiettante, di risate sull’aia, ma al contempo quella terra che elargiva doveri anche a noi bimbi: il tempo della mietitura, della raccolta del granoturco, della vendemmia, doveri per i quali era necessaria anche il contributo di noi bambini.

Oltre a quello che si vede, cosa vuoi rappresentare nei tuoi quadri?

Non ho la pretesa di trasmettere chissà quale messaggio, vorrei solo con le mie opere elargire positività e serenità, messaggi semplici dunque, ma preziosi e mai scontati.
Inoltre vorrei riprendermi e magari  recuperare tutto ciò che mi è stato tolto o forse mai donato per poter coltivare questa mia passione; anni preziosissimi per una crescita artistica e di approfondimento.
Mi sto dedicando da anni alla ricerca dell’arte informale e tramite la materia amalgamo stati d’animo, energia, emozione, un connubio di sentimenti del mio “vivere” di oggi.


Qual'è il motivo per cui hai deciso di dedicarti per tutta la vita all'arte?

Non ho deciso di dedicarmi all’arte, è stata l’arte a decidere per me…mi ha scelta.
Mi sono innamorata dell’arte in genere nella classica ora di educazione artistica sui banchi di scuola . Per ragioni di “doveri vari” ho dovuto percorrere un cammino diverso durante gli annoi della mia attività lavorativa, ma l’arte è sempre stata una mia compagna segreta.

Hai ottenuto tantissimi riconoscimenti, ce n'è uno in particolare che ti ha colpito più degli altri?

Ogni riconoscimenti ha per me sempre il massimo valore ed ognuno ha la propria storia, un proprio flash e un posto importante dentro di me.
Non riesco a privilegiarne uno rispetto all’altro.
Nutro sempre emozioni al ricevimento di qualsiasi premio, nonostante il mio curriculum in questo senso si stia allungando.

I tuoi quadri esprimono grandi emozioni, da dove nascono queste emozioni?

Le emozioni penso che siano parte di me; passeggiando lungo le rive del mio fiume, lungo il lago…ovunque e dovunque.
Nelle opere informali le emozioni esplodono come degli urli a volte, come delle necessità interiori, ed è impossibile non ascoltarle.

Cosa vuoi rappresentare nei tuoi quadri?

Attraverso i miei dipinti vorrei rappresentare solo me stessa, il mio sentire nei miei colori. E’ piacevole al di là della vendita ritrovare persone che ritornano con l’entusiasmo di voler godere ancora di una mia opera.

----------

(per ragioni di spazio l'intervista nelle risposte è stata tagliata di brutto....)

E' possibile visionare la rivista cliccando