I COLORI..."PENSIERI DELLA MIA MENTE" E LE MIE POESIE..."LA MELODIA DEL MIO CUORE"

In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

2 marzo 2015

Opera ad olio (quadro, neve, fiume, acqua, paesaggio, inverno)



Ultimissima ....


opera : .. se la neve è solo un addio  - olio a spatola su tela. dim. 70x50 - anno 2015

ringrazio il dott. Romeo Aracri per questa splendida lettura 

                     
                        Ciò che attrae e piace della pittura di Carla Colombo è il gusto semplice, ricco di colori secondari e di sfumature con cui ripropone una cultura dell’impressionismo nel momento stesso in cui lo supera per affermare il suo modo di fare pittura,di raccontare e non cadere nel paesaggio illustrato.                 
Così in questa opera dove dimostra il suo talento affermando ciò che a lei interessa e che l’ispira,dove il suo dialogo poetico continua in forme armoniose e intense.
Il suo e’un pintare che racconta sentimenti con un suo linguaggio mai scontato,mai banale e in cui riflette la sua passione per l’arte.La tecnica ,il talento,i pigmenti diventano le parole per narrare sensazioni intime e universali e la spatola è la sua carezza sulla tela dove lasciare il segno del suo passaggio.Anima trasfusa in colori che trasmettono messaggi di autentica poesia.
Questa artista ha una sua connaturata espressione formale con un tratto che è insieme energia, movimento, ritmo,armonia per farci scoprire l’incanto del paesaggio raccolto dai suoi occhi.               
Ecco allora il suo fiume che a fatica si apre il passaggio in mezzo alla neve sotto un cielo pumbleo che i colori accentuano riprendendo le atmosfere dei maestri del paesaggio.
Gli arbusti ai lati come immagini di un tempo passato ma testimoni di vicende che raccolgono i suoni delle acque e tendono i loro rami per essere parte integrante del tutto.
Nulla di artefatto ma tutto cristallino,limpido,comunicativo in cui l’osservatore immerge il suo guardo e si perde nel corso del fiume e apre il cuore ai ricordi.                                           
E la neve col suo candore sottolinea la continuità del tempo in contrasto con la scenografia ferma del pieno inverno. Come appunto la vita che scorre fra difficoltà, candore, cieli improvvisi ma che non si ferma e va.                     
E la neve si scioglierà  per essere un addio che ritorna al prossimo inverno.
Serenità , pacatezza, riflessioni intime ma sempre dettate dall’anima.