In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

PROPOSTA

PROPOSTA

Ho accolto con piacere (anche se con un po' di imbarazzo, perché non so se sarò all'altezza) l'invito di un anno fa da parte dell'amica, brava poetessa Anna Maria Lombardi e successivamente dall'altrettanto bravo poeta Mattia Cattaneo un incontro poetico, dove sarò la protagonista insieme alla mia poesia raccolta nelle mie due raccolte edite. E' arrivato il momento,i mesi passano velocemente ed il 20 ottobre sarò dunque in quel di Ponte San Pietro, ospite dell'associazione Un Fiume D' arte a chiusura di un anno di eventi vari. "Quattro chiacchiere con l'autore" dunque presso la pinacoteca Vanni Rossi il 20 ottobre alle ore 17,00 Saranno esposte alcune mie opere pittoriche nella suggestiva sala della pinacoteca.. Sarò molto felice molto felice se avrò il piacere di incontrare tanti di Voi e sono certa che mi darete tanto. La serata sarà condotta dal bravo attore Carlo Arrigoni con lettura delle poesie dello stesso e di Mattia Cattaneo ed a sorpresa ..chissà...Il tutto accompagnato dall'avvolgente musica di Giulia Riva (modifica della locandina per problemi delle musiciste indicate) Non conosco la scaletta, sarà tutto a sorpresa anche per me, perchè Carlo Arrigoni vuole così, e così sia. Come disse qualcuno...speriamo solo che me la cavo! Grazie per l'attenzione.

13 giugno 2018

Riconoscimento "Voci nel deserto"


MENZIONE SPECIALE, MEDAGLIA, nonchè inserimento della poesia nell'antologia per il concorso INTERNAZIONALE "VOCI NEL DESERTO 2018" - Frascineto Cs "...e ti rivedo" è il titolo della poesia risultata premiata dalla giuria che ringrazio moltissimo, in particolare la presidentessa dott.ssa Celestino Margherita II - Grazie





… E TI RIVEDO 

Nello specchio antico
rovinato dal tempo 
posto lì, sul comò della camera
che ti vide sposa 
la mia immagine è riflessa. 

Sfioro l’ovale del viso
sfiorito dalle rughe, 
smerli di un antico merletto
sul labbro che sorride
come sorridevi tu
e ti rivedo nello sguardo 
quando la sera raccontavi 
seduta sulla solita sedia
con le braccia nude,

stese sul tavolo
apparecchiato per la cena. 

Accarezzo i fianchi arrotondati 
del mio corpo appesantito
ritrovo la tua figura
della quale non ti curavi 
perché tu eri bella così com’eri 
e ti rivedo nel silenzio
che tuona ancora
nella camera spoglia, 
il letto fatto con la coperta piquet 
e l’armadio ormai vuoto. 

Pettino i capelli lunghi
colore del grano maturo
che amo raccogliere 
per assomigliarti di più
e ti rivedo nello specchio antico
posto lì, sul comò della camera,

sei con me, accanto a me
nel tempo che scorre veloce. 

Carla Colombo 
10 febbraio 2018