I COLORI..."PENSIERI DELLA MIA MENTE" E LE MIE POESIE..."LA MELODIA DEL MIO CUORE"

In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

mostra CARLA COLOMBO

mostra CARLA COLOMBO
Ospite del CENTRO CULTURALE GABRIO CASATI di Muggiò e del ristorante-pizzeria "DA GIANCARLO" di Muggiò, espongo alcune mie opere dal 5 ottobre al 7 novembre 2017 - L'inaugurazione, accompagnata da un dopo cena e da un omaggio artistico, sarà presentata dal presidente dell'associazione Nazzareno Proietto e saranno declamate alcune mie poesie tratte da "La melodia del cuore" dall'attrice artista Giovanna Barnoffi. Vi aspetto per passare una serata in compagnia e senza tanti formalismi.

7 marzo 2010

8 MARZO - GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

La Giornata Internazionale della Donna, comunemente però definita Festa della Donna è un giorno di celebrazione per le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne ed è una festività internazionale celebrata in diversi paesi del mondo occidentale l'8 marzo.
L'usanza di regalare mimose in occasione della festa non è invece diffusa ovunque.
L'8 marzo era originariamente una giornata di lotta, specialmente nell'ambito delle associazioni femministe: il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli.
Tuttavia nel corso degli anni il vero significato di questa ricorrenza è andato un po' sfumando, lasciando il posto ad una ricorrenza caratterizzata anche - se non soprattutto - da connotati di carattere commerciale e politico.





Le origini della festa dell'8 Marzo risalgono al lontano 1908, quando, pochi giorni prima di questa data, a New York, le operaie dell'industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l'8 marzo il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire.
Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie prigioniere all'interno morirono arse dalle fiamme.
Successivamente questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne, da Rosa Luxemburg, proprio in ricordo della tragedia.

DA ww.italiadonna.it/


TUTTO SULLA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA



ALCUNE LETTRICI E LETTORI HANNO ACCOLTO IL MIO INVITO
ED ECCO COSA  HANNO INVIATO :
(IN ORDINE DI RICEVIMENTO - Vi suggerisco di ingrandire le immagini cliccandoci sopra, dove trovate il messaggio inserito) )




DA SIMONA SCOLA -  - assidua lettrice del blog ed amante dell'arte in genere.

occasione del prossimo 8 marzo...visto i suoi tanti impegni approfitto sin d'ora per augurare a tutte le donne ed in particolar modo a lei e a tutte le sue lettrici ..
....

-------




DA SOFIA FUMAGALLI  - assidua lettrice del blog ed amante dell'arte in genere
mi piacciono tanto i fiori... e anche se non mi ritengo tradizionalista, in occasione della prossimo 8 marzo vorrei lasciare e dedicare a tutto il mondo femminile un mio omaggio virtuale...io lo trovo magnifico e voi cosa ne pensate?

-----

DA SIMONA SCOLA - assidua lettrice del blog ed amante dell' arte in genere  

------


DA GIULIANA CORTI - affezionata lettrice del blog
ed amante degli animali, in particolare i cani abbandonati  

-------



DA CARLO NEGRI - affezionato  lettore del blog, nonchè appassionato d'arte

"ad una pittrice informale....bellezza eterna
scaricata dal sito illusioni ottiche
auguri donne di questo universo"

----



DA MAURA VISMARA  - affezionata lettrice del blog, prossima alle nozze.

"W. LE DONNE"

-----



DA NINA GRIOLI  - la mia amicona sicula, lettrice del blog ma soprattutto appassionata fotografa

--------



da SANTO PAOLO GUCCIONE - scultore siculo
(prossimo artista su lavostraarte della cui scultura sono pazzamente innamorata 
"Auguri per la festa della donna".

-------

dal nuovo lettore del blog LOPEZ

"365 giorni l'anno devono essere dedicati

alle  donne  

------



da MARIAROSA - lettrice del blog e nonna di Giulia (alla quale abbiamo dedicato le immagini di Marina Salomone sul blog lavostraarte)

da Patrizia - la mia ex collega - ci siamo affiancati in ufficio per una vita!

---------
(per gentil concessione)

IL SOGNO
 (mini-racconto)
della poetessa-scrittrice, nonchè  
una mia cara e dolce conoscenza
Carla Castellani di Ravenna  
per noi tutti KRILU'
(lettrice del blog e lei stessa amministratice e curatrice di un personale blog e sito)


“Svegliati Ginetta!” La voce perentoria della nonna, oltrepassando le barriere del sonno, frantumava l’ultimo sogno, che si dissolveva come una bolla di sapone, mentre la luce che entrava dalle imposte spalancate con foga, le feriva gli occhi.
Quando a svegliarla era la mamma il risveglio era meno traumatico, ché lei la svegliava con un bisbiglio e una carezza lieve sui capelli, e delle imposte apriva appena uno spiraglio, permettendole di abituarsi con gradualità alla variazione di luce. Ma anche in questo caso il sogno svaniva, lasciandole la vaga sensazione di essere stata defraudata di qualcosa che le apparteneva.
Ah come avrebbe voluto, almeno una volta, potersi svegliare con calma, quando il sonno avesse compiuto il suo tempo e il sogno fosse giunto a termine. Ma anche i bambini, nell’economia della famiglia contadina, avevano ben precise mansioni da svolgere e non era permesso poltrire nel letto.
E tanti erano stati i sogni interrotti, nel corso della sua vita, come quando, ormai ragazza, a svegliarla non erano più le voci della nonna o della mamma, ma il rombo minaccioso dei bombardieri o il fragore delle bombe.
In seguito, a strapparla al sonno, era stato il pianto dei suoi bambini e poi, per molti anni, il trillo insistente della sveglia, ché l’aspettava il lavoro in fabbrica.
E’ di nuovo una voce umana ora, una voce maschile, bassa e autorevole, quella che sta cercando di violare la barriera del suo sonno: “Apri gli occhi Ginetta! Svegliati!”
“No! - vorrebbe rispondere lei - Lasciami dormire!”. Ma il grosso tubo che da alcuni giorni si perde dentro la sua gola le impedisce di parlare. Allora stringe con forza gli occhi e, con determinazione, si aggrappa al suo sogno: è un bel sogno, e stavolta non permetterà a nessuno di portarglielo via.
La voce finalmente tace e mentre i picchi del diagramma, sul monitor a capo del letto, si trasformano in una linea piatta, Ginetta continua ad avanzare verso la luce che illumina l’orizzonte, sulla verde prateria fiorita del suo ultimo sogno.
------------
Carla Castellani ha partecipato al CONCORSO indetto dal Comune di Ravenna Circoscrizione di Piangipane
"Voci di Donna - Un racconto in 30 righe"- avente come tema "il sogno"
Il racconto è stato selezionato per la lettura pubblica nel corso di una serata dedicata alle donne, che ha avuto luogo giovedì 5 marzo 2010 presso il Teatro Socjale di Piangipane.
---
---------

(per gentil concessione)

Un bellissimo video con
FOTO DI NINA GRIOLI E MONTATO DIRETTAMENTE SU YOU TUBE ,
come augurio grande a tutte noi Donne.




...se volete posso aggiungere ancora altri messaggi, immagini, poesie, ecc. ecc.

grazie a Voi tutti....siete grandi!!!

e da parte mia

TANTISSIMI AUGURI A TUTTE NOI

anche se mi sento di condividere il pensiero del lettore Lopez...
"tutti i giorni dobbiamo essere festeggiate e mi chiedo, perchè dobbiamo essere festeggiate ?" 

Gli uomini sono festeggiati?
  
Forse servono soltanto vere riflessioni seguite poi da fatti concreti per tutte noi.