I COLORI..."PENSIERI DELLA MIA MENTE" E LE MIE POESIE..."LA MELODIA DEL MIO CUORE"

In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

17 agosto 2014

Parlasco . la perla della Valsassina



La nostra gita presso il Castello di Vezio sopra Varenna della quale Vi ho già parlato qualche giorno fa è poi proseguita verso la Valsassina per visitare e conoscere il paesino di

P A R L A S C O 
 definito la "PERLA DELLA VALSASSINA"

In alta Valsassina a quota 680 mt. s/m situato all'interno del Parco delle Grigne si trova il piccolo paese di Parlasco, uno dei piu' piccoli comuni d'Italia. Arrivando lassù sembra di essere in un altro mondo, quasi di altri tempi. Caratteristico nella sua ordinata realtà di tipico paesino della mezza montagna, dove la fanno da padrone le case curatissime, alcune costruite con la pietra-sassi a vista contornate da giardini privati colmi di fuori. 
Il paese, posto sulla strada che da Cortenova porta all'Alpe Cainallo, gode di un bellissimo panorama sull'Alta Valle e merito anche delle piogge di questo periodo, il verde è addirittura esagerato...brillante e pulito.
Parlasco e' un piccolo centro in cui sono ancora vive le antiche tradizioni popolari tutt'oggi ancora coltivate con amore ed interesse. Ho notato che è servito di tutto, addirittura hanno un locale adibito  a teatro, la sed della Pro-loco,  la scuola materna ed elementare ecc ecc. .
All'imbocco del territorio di Parlasco biancheggia la chiesa di S. Antonio Abate che ha dipinti risalenti XV sec. ed altri ritenuti del bresciano Aragonio (1593).




Vi si osservano inoltre i ruderi della Rocca di Marmoro, creduta fortezza del Lasco, bandito famoso nella valle per un romanzo storico di Antonio Balbiani.


La visita a Parlasco è indubbiamente una delle più suggestive passeggiate valsassinesi, il paese, piccolo, disteso su un pianoro  ha subito poche manomissioni nel corso del tempo. Parlasco fu il luogo di controllo degli accessi alla Valsassina con la Rocca di Marmoro e quella del Portone. E proprio Parlasco fu alloggio dei Lanzichenecchi che scesero in Italia portandovi l'epidemia della peste che devastò il paese. Se ne occupò anche il Tadino, il medico milanese che sovrintendeva alla profilassi contro il morbo nelle terre del Ducato. Di proprietà degli arcivescovi di Milano, Parlasco seguì le sorti politiche valsassinesi: dei Torriani nel XII secolo fu poi dei Visconti. Ottenne statuti propri nel XIV secolo, per poi essere conquistata dal Medeghino nel XVI e divenire feudo dei Monti nel XVII secolo.


alcune foto del paese 





Parlasco è famoso anche per i suoi affreschi sulle mura delle abitazioni:

Parlasco - Un borgo affrescato
.


Il comune di Parlasco ha indetto nel 2007 un evento-concorso- "Parlasco - Un borgo affrescato"- per artisti esperti in pittura muraria. Gli artisti hanno rappresentato su 14 pareti esterne di altrettanti immobili del vecchio borgo, personaggi e/o scene descritte nel romanzo storico "Lasco, il bandito della Valsassina" dello scrittore ottocentesco Antonio Balbiani, edito nel 1871.
Fra gli  obiettivi dell'iniziativa anche quello di inserire il Comune di Parlasco nel novero dei paesi affrescati più belli d'Italia (ricordiamo tra i più noti Dozza, Arcumeggia, Orgosolo e Cibiana in Cadore), al fine di creare le condizioni per una costante e duratura crescita culturale e turistica del territorio.


ho scattato le foto agli affreschi 



















Una gita rilassante? Questo è un luogo ideale da scegliere in tutta tranquillità. 

foto di Carla Colombo