I COLORI..."PENSIERI DELLA MIA MENTE" E LE MIE POESIE..."LA MELODIA DEL MIO CUORE"

In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

1 agosto 2014

Concorso di poesia "FNP CISL" LECCO


Una nuova raccolta di Poesie "Musica e Poesia" pubblicata dalla FNP.CISL in collaborazione con l'università della terza età di Lecco, custodisce tre mie poesie : Weeping (lacrimando) - Sere d'inverno e ...e te ne sta stavi - La poesia "..e te ne stavi ha ottenuto il terzo posto" al relativo concorso. 
Tutte le poesie insieme a tante altre sul sito www.artecarla.it alla voce "poesie varie" - tutti i diritti riservati





qui inserisco . 




SERE D'INVERNO 




Parole senza vita
sulla tastiera del computer
si sciolgono in battiti incerti
di un dialogo senza voce
intriso di pensieri sommessi
e si mischiano all'odore acre
del sugo scontato 
e dell'arrosto bruciato.

E lente scendono
lacrime amare nel ristagno del cuore
quando la vita assopita
cancella le emozioni
nella fredda sera d'inverno.

Il cielo sfuma al tramonto
ed all'imbrunire l'anima tace
mentre il sole pallido della sera
si nasconde dietro
le cime del monte dorato.
S'ode da lontano il rintocco dell'Ave Maria,
ritorna di nuovo il sole
a tenermi di compagnia.

Carla Colombo
7 gennaio 2012


la poesia invece premiata con III posto assoluto.


...E TE NE STAVI 

…e te ne stavi
con  luce fioca 
che cadeva dagli occhi,
sulla solita sedia raccolta
nell’angolo della vecchia cucina. 
Sullo sgabello  i piedi
stanchi del giorno
e la coperta di avanzi di lana
dai colori brillanti
copriva le ginocchia infreddolite.

…e punto dopo punto
con filo  sottile
lentamente sfilavi  con cura
dall’uncinetto ricurvo
candide trine preziose.
La telenovela alla tivù
raccontava di storie d’amore
e la luce tremula dall’alto
nascondeva agli occhi stanchi
il piccolo errore del punto.

…e riga dopo riga
intrise di amore
splendevano ogni giorno
ricami di candido pizzo
cucite al tessuto di lino.
Tesori pregiati avvolgevi
che nascevano lungo le sere
mentre fuori la neve
nell’annuncio della notte silente
cadeva come latte di nuvole.

…e se il sonno tarda a venire
 il divano è ristagno del cuore,
stringo forte il cuscino
imbottito di piume
e cesellato di bianco filet

…e con il tuo viso 
che ho dentro di me 
dormo serena …
…e sei qui ...
ancora con me, mamma.

Carla Colombo
28 dicembre 2012 

tutti i diritti riservati