I COLORI..."PENSIERI DELLA MIA MENTE" E LE MIE POESIE..."LA MELODIA DEL MIO CUORE"

In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

30 settembre 2009

PROPOSTA DEL MESE

LA PROPOSTA DEL MESE
IN OFFERTA PARTICOLARE
-------
TRA IL VERDE...IL CAMPANILE
OLIO SU TELA
DIM. CM. 60X40

se vuoi saperne di più

contattami

carla_colombo@libero.it


29 settembre 2009

Quiz del mese di OTTOBRE



IL QUIZ DEL MESE


E' STATO INDOVINATO,
(solo dopo un giorno)


DA ELENA!!!
(MI SA CHE SONO TROPPO FACILI I MIEIQUIZ :-)


Invito Elena a segnalarmi il suo indirizzo privatamente affinchè possa inviarLe il piattino in palio.




Mi dovrebbe anche specificare quale piattino intende ricevere : il primo in alto o il secondo a sinistra=?


Lo può pure indicare sul BLOG.




L'OPERA DA INDOVINARE ERA LA SEGUENTE :


VICOLO CASTAGNETO
(paese di G.Carducci)
opera ad olio su tela
dimn. 40x30 - che risale al 1999
COLLEZIONE PRIVATA
---
COMPLIMENTI ELENA
E GRAZIE A TUTTI VOI CHE AVETE PARTECIPATO
---
VI ASPETTO IL PROSSIMO MESE DI NOVEMBRE
PER UN ULTERIORE QUIZ.
GRAZIE-----------------------------



Con questo mese ritorno al ritaglio dell'opera da indovinare.

potete trovare l'opera cliccando :




nella sezione GALLERIA


------------



norme di partecipazione :



- puo' partecipare chiunque, ad esclusione, per il momento, dei vincitori dei precedenti mesi, che potranno partecipare solo partendo dalla data del 19 ottobre.


(i vincitori precedenti sono : Romeo,Nina,Mattia,Maura)



- si possono dare tre indicazioni di OPERE


- solo alla fine del concorso verrà confermata la risposta esatta


- scadenza quiz 28 OTTOBRE


- vincerà chi per primo darà la risposta giusta (è consigliabile indicare sempre il nome di chi interviene sul blog.)


- il regalo sarà consegnato a mezzo posta con spese a mio carico, con totale rispetto della privacy.


- il regalo proposto questo mese è il seguente :







piattino di porcellana dipinto a mano

con smalto blu a freddo

(piattini disponibili : il primo in alto ed il primo a sinsitra.

Quello a destra è già stato scelto da Maura, vincitrice del quiz del mese precedente.

Opere del mese : SETTEMBRE

OPERA : IL RIPOSO SU PLACIDE ACQUE
Olio a spatola su tela
dim. cm. 50x50 - anno 2009
e con questa opera ho terminato, per ora, la mia applicazione alle barche sull'Adda.
Mi "riposo" con le acque, per passare ad altri soggetti.
In realtà le acque di questa opera tendono un pochino di più al violetto, cosa che purtroppo lo scatto non dà merito al colore.

26 settembre 2009

Opere del mese :SETTEMBRE


NON MI STO DEDICANDO ALLA POP-ART,
E' SOLO UN OMAGGIO A MIO FIGLIO PER IL MURO DELLA SUA CAMERA :
OPERA : UNO SGUARDO E...(BUONA NOTTE DOLCE!)


acrilico su tela
dim. cm. 70x70 - anno 2009


A volte (spesso) ha necessità di fare nottate sveglio per la preparazione di esami vari all'unviersità ...certamente questa opera non lo farà dormire, come già mi ha detto qualcuno.


Mio figlio ha dipinto così la sua camera .Verde brillante chiaro e scuro con parte della parete e soffitto bianco. Anche la parete a L è verde scuRo con l'interno verde chiaro.
Una camera moderna e giovane...(il verde a destra èmolto più brillante, la mia macchina fotografica si è rotta ancora e sto usando quella mia figlia un pochino più limitata)



Le castagne sono buone!

Certo...il titolo di un vecchio film...(miseria quanto invecchio!!!)
Forse degli anni 70 o forse anche prima.
Ecco si...l'ho trovato ora con google :
Le castagne sono buone è un film del 1970 diretto da Pietro Germi.

Trama
Luigi Vivarelli è un regista televisivo, nonché impenitente donnaiolo. Durante le riprese di una trasmissione sul tema del disagio giovanile, conosce Carla Lotito, studentessa di architettura fuorisede, e ne è subito attratto. Ma Carla non è come tutte le donne frequentate da Luigi: cattolica praticante, crede nei veri, semplici valori della vita ("le castagne sono buone", come le scrisse il padre morto su un biglietto in un momento di sconforto) e cerca di renderne partecipe il suo spasimante. Ella ha una sorella, Teresa, che è il suo esatto contrario: assai disinibita, attrice di teatro sperimentale (durante una recita, lo spettacolo viene interrotto dall'irruzione della polizia che arresta tutti gli attori per oscenità), e con figlioletta a carico avuta da padre ignoto.
Luigi è molto scettico: egli è un uomo profondamente sfiduciato ("la maggior parte delle persone non vale neanche la pena di incontrarla"), mondano e superficiale, e non crede nella solidarietà umana: una sorta di reality-cam da lui girata in una strada di Milano, dove un attore finge un malore e stramazza al suolo senza che nessuno lo soccorra, sembrerebbe confermare le sue "teorie", causando l'allontanamento di Carla.
Luigi così per qualche tempo si dedica al lavoro, e si fa negare in ufficio e al telefono. Solo poco dopo, pentito, ritorna da Carla, e la accompagna insieme alla nipotina al di lei paese natale. Qui, ospite della madre della ragazza e dei suoi amici, assapora per la prima volta quella vita semplice e spensierata che ella ostenta. Ma un nuovo rifiuto di Carla a "concedersi" porrà fine alla parentesi felice.
Ritornato a Roma, durante una sera pokeristica a casa di un amico, Luigi reincontra Teresa, ubriaca e sotto l'effetto di stupefacenti. E grazie alla cattiva reazione dei suoi compagni, mosso a pietà per la prima volta, il giovane saprà aiutarla, e mediante lei- ed un documentario sui "veri valori" che egli gira subito dopo- si riconcilierà definitivamente con Carla, con l'intenzione di metter su famiglia al più presto.

Commento [modifica]
Nonostante la presenza di Gianni Morandi e la sceneggiatura dei fidi Benvenuti, De Bernardi e Pinelli, il film è considerato dalla critica[senza fonte] come il peggiore di Germi, ormai in fase calante dopo la fortunata stagione della commedia all'italiana.

--------
già...ma perchè tutto questo?
Solo per dirvi che da me, nei boschi della mia zona si stanno raccogliendo castagne ad josa.
Ieri l'ho già fatto e ne ho raccolti ben kg. 8.00 e così Carla, (non quella del film) mette pancia e ciccia perchè è assai ghiotta di castagne sia bollite che arrosto.
Ho partorito due figli a novembre e proprio come in questo perido, la pancia oltre ad aumentare per il bimbo che portavo, aumentava per le tante castagne che mangiavo. Non riuscivo a farne a meno!
Elisa pesava Kg. 3,640 e Massimo Kg. 3,45o.
Non erano grossissimi ma per una come me era poco:-)
Ero aumentata solo 10 kg. di Elisa e 12 di Massimo...insomma tutto bimbo e castagne...scherzo...eheheh!

(oggi mi sento burlona)

Venite dunque nei vari boschi che circondano Imbersago.
Vi indico qualche info: trovate le castagne nel bosco del Santuario della Madonna del bosco e nei boschi lungo la provinciale che da Imbersago porta a Brivio-Beverate...e se proprio volete nel nostro giardino dietro casa. Abbiamo piantato nel 1980 tre castani distributi allora dal comune per privilegiare il verde. Due sono avari di castagne invece il terzo ci sta regalando moltissime castagne.
E' consigliabile non aspettare troppo perchè i visitatori della domenica sono tantissimi e le castagne non sono infinite.

25 settembre 2009

Concorso Biennale E. GOLA DI OLGIATE MOLGORA

Più di 35o le opere
presentate alla
Biennale E. GOLA DI OLGIATE MOLGORA.
Tantissime e, secondo il mio parere, più della metà sono molto valide.
Difficile per la giuria scegliere, ma già, solo il partecipare è molto gratificante dal punto di vista artistico.
Questa è la mia terza biennale .
Le opere saranno esposte SABATO 26 SETTEMBRE E DOMENICA 27 SETTEMBRE PRESSO VILLA SOMMA PICINARDI DI OLGIATE MOLGORA.

23 settembre 2009

Collettiva : ESSERCI SENZA ESSERCI - Pontedera


Partecipo alla collettiva di arte posta organizzata
dall' artista ENZO CORRENTI
queste le sono le mail art che ho inviato
dedicato al bicentenario della nascita di E.A.POE
---------------

Chiavenna



Chiavenna è situato a circa 340 metri sopra il livello del mare, dalla città di Sondrio dista 60 chilometri e conta 7.500 abitanti.

Si trova alla confluenza della Val Bregaglia con la Val San Giacomo. E’ principalmente un centro industriale e commerciale.
Palazzi signorili, fontane in pietra ollare e chiese, caratterizzano il borgo.

Qui ci sono anche i tipici “Crotti”, ossia delle cavità naturali adibite a osterie.

La seconda domenica di settembre si svolge la Sagra dei Crotti, con musica, spettacoli, degustazione di prodotti tipici e vino locale nei caratteristici “crotti”.

per saperne di più su Chiavenna

http://www.comune.chiavenna.so.it/home.jsp?idrub=-52



Veduta di Chiavenna fotografata dal Parco Paradiso






Il Castello


spaccatura del Caruga nel Parco Paradiso



eccolo il Parco Paradiso!

Il Paradiso è un parco archeologico-botanico visitabile seguendo un percorso anulare. Si estende nella zona orientale di Chiavenna, alle spalle della rocca che domina su Piazza Castello. Nell'edificio a metà colle, sorto su un torrione quattrocentesco, ha sede un Museo Naturalistico in cui è anche illustrata la lavorazione della pietra ollare e dell'amianto. Nei giardini del grande parco, comprendente i colli del Paradiso e del Belvedere, anticamente fortificati e sede del castello di Chiavenna, vi sono moltissime statue, lapidi, testimonianze della storia chiavennasca. Sulla sommità dei due colli vi sono ancora resti delle antiche fortificazioni distrutte nel 1639. Le due alture sono collegate da un ponticello che attraversa la spaccatura della Caurga. Quest'ultima rappresenta un sito di interesse archeologico e la sua spaccatura entro la rupe del Paradiso fu originata da un'antichissima cava di pietra ollare. Essa è profonda 150 metri e alta 50, e secondo la leggenda, pare essere opera del diavolo, che la provocò quando, incalzato dalla Madonna, dovette aprirsi un varco per ritornare velocemente all'inferno.
Chiavenna è una delle cittadine principali della provincia di Sondrio, non soltanto dal punto di vista storico-artistico, ma anche per la sua cucina tipica e il suo ambiente naturale (Cascate dell'Acqua Fraggia e Marmitte dei Giganti). Vi invitiamo pertanto a visitare la pagina ad essa dedicata dove troverete itinerari e curiosità interessanti e utili se siete interessati ad una visita completa del territorio.
ORARIO DI APERTURA DEL PARCO PARADISO: da martedì a sabato dalle 14 alle 17; la domenica anche dalle 10 alle 12.La sezione naturalistica del museo presso il "Torrione" è visitabile su richiesta presso l'ingresso del Parco Paradiso.

potrete inoltre visitare il museo dei vigili del fuoco, la chiesa di San Lorenzo con l'annesso fonte battesimale in pietra ollare, il museo annesso, mostre varie che si solito si tengono nei periodi esitivi, i vari vicoli adornati di gerani ...e non dimenticate di assaggiare il piatto tipico del posto ; i pizzoccheri e polenta taragna.

22 settembre 2009

Foto : Un angolo in cornice

Uno scatto che mi piace molto!


eseguito al PARCO PARADISO di Chiavenna circa un mese fa.
Un angolo di Chiavenna incorniciato da una ricca vegetazione.
Mi piace un sacco ed a Voi?
Appuntamento al prossimo post :
inserirò qualche foto di Chiavenna, che secondo me, merita di essere visitata specialmente
durante la festa dei Crotti...che Vi dirò.

MailArt Project " MailArt a 45 Giri"

titolo : ah...l'amore!
Ho dipinto questi vinile per l'evento che l'artista Virginia Milici sta organizzando
Se volete saperne di più ed eventualmente partecipare
cliccate!
retro

retro


titolo : ah...l'amore!




19 settembre 2009

Mostra presso Mercato dell'Antico - Imbersago


Tempo permettendo, come è ormai consuetudine da oltre dieci anni,
sarò presente domani con alcune mie opere
20 SETTEMBRE
al MERCATINO DELL'ANTICO
IMBERSAGO
sul piazzale del palazzo comunale
-----------

14 settembre 2009

Opere del mese di : SETTEMBRE

OPERA : LA SINFONIA SUL FIUME
(L'Adda a Brivio)
olio a spatola su tela
dim. cm. 80 x 60
anno 2009

DOMENICA 13 "SUPER FAVORITA" - premiazioni varie

IERI, DOMENICA 13 SETTEMBRE
è stato un giorno per me pieno di soddisfazione artistica
e non Vi nascondo che l'emozione è stata tanta.
Insomma, non ci si abitua mai ai riconoscimenti!
----
IERI SERA AL CONCORSO
"RICICLARTE"
organizzato dalla Donne PD di Lecco
ho avuto la piacevole sorpresa di conoscere
che la mia opera
IN JEANS LUNGO L'ADDA
ha meritato il
I PREMIO quale migliore opera
votata dalla GIURIA POPOLARE


Eccomi ieri sera davanti all'opera col I PREMIO :

...................................
IERI POMERIGGIO INVECE

presso il MONASTERO DEL LAVELLO ho ricevuto il riconoscimento

per due opere presentate :

II PREMIO AL CONCORSO :

sguardi,luci,colori nel tuo orizzonte

durante la premazione con la presidente dell'associazione Danila Colombo (non siamo parenti ehehe)



L'opera vincitrice è la prima a sinsitra :

La MELODIA DEL FIUME

Motivazione del II premio:

Sguardi,luci e colori si fissano sapientemente sulla superficie della tela creando uno spazio profondo che si dissolve nei tocchi luminosi dei verdi della vegetazione e si riflettono nello specchio d'acqua.

l'impostazione diagonale delle barche e del canneto crea un dinamismo nel dipinto che si contrappone alle quiete del luogo.

--------------------

SEMPRE A CALOLZIOCORTE - MONASTERO AL LAVELLO

I PREMIO PER L'OPERA AL CONCORSO :

io credo : lo sguardo oltre

Ecco l'opera premiata che per l'occasione ha come titolo
OLTRE IL PROPRIO “IO”
…ENERGICA-MENTE…

Tutti noi abbiamo bisogno di “credere” che ci sia qualcuno o qualcosa “oltre”, credere che non tutto debba finire così…senza respiro, credere che la nostra esistenza non vada sprecata e credere che qualcuno possa aver beneficiato in qualche modo della nostra esistenza…e se crediamo, riponiamo in questo credere tutta la nostra fiducia, la nostra esistenza, la nostra prospettiva di vita.

Ogni ostacolo diventa un punto fermo per riflettere, per meditare, per amalgamare ciò che il proprio inconscio rielabora, ma soprattutto, sprigioniamo la forza e l’energia del proiettarci oltre il proprio Io.

Ecco che allora il nostro sguardo, da una piccola identità, prende corpo, si apre, si allarga …energica-mente…come a voler raccogliere il massimo del vedere, e noi diventiamo quasi invisibili, diventiamo un piccolo punto da dove partiranno altri sguardi, altre attenzioni verso coloro che necessariamente richiedono il nostro sguardo.

L’energia dello sguardo dunque diventa vitale in questa Società, per tutti coloro che in qualche modo ne subiscono le difficoltà, ma diventa indispensabile per noi che crediamo.

Carla Colombo
3 settembre 2009


---------------
LA MOTIVAZIONE del I PREMIO

Il tema è stato affrontato con buona capacità nella realizzazione dell'informale-materico assemblando pigmenti di vario genere con texture che evidenziano l'aspetto cromatico.
Forte la dinamicità del cuneo rosso il quale accentra il peso visivo della composizione e, come forza del pensiero, si proietta nello spazio come scopritore oltre il nostro orizzonte.


Durante la premiazione (occhi chiusi mannaggia)
con Don Angelo e la presidente dell'associazione Danila Colombo

Più avanti potrete vedere altre foto degli eventi con altri bravi artisti sul mio sito cliccando sempre sull'elenco mostre+concorsi.

12 settembre 2009

...e passeggiando verso IL SANTUARIO DELLA MADONNA DEL BOSCO

Poesia : La fontana amica


Durante la mostra personale
"L'ALTRA META' DI ME"
che ho tenuto a CARVICO nel settembre 2008,
la fontana che intravedevo fra i vetri della sala consiliare dove era istallata la mostra




mi ha ispirata con queste poche parole


FONTANA AMICA

Fra mura orlate dal sole,
zampillo incessante
che dalla tonda fontana
sprigioni l'acqua dell'addio
in sussulti di preghiera
e musica remota,
-
lascia che la mente
si disseti alle tue acque
e dalle gocce festose
possa rapire sprazzi di luce
per questo mio giorno
lentamente...rapito...al tempo.

Carla Colombo
28 settembre 2008


Se vuoi vedere altre foto della personale clicca:
-

11 settembre 2009

11 SETTEMBRE 2001 - ATTENTATO



---
UN RICORDO INTENSO PER TUTTI QUEI MORTI - SONO PASSATI 8 ANNI EPPURE...E COME SE FOSSE IERI...
DOPO QUELL'11 SETTEMBRE 2001 MOLTO E' CAMBIATO....
---
ECCO I PRINCIPALI DATI DI QUEL TREMENDO 11 SETTEMBRE 2001



Le Torri del World Trade Center bruciano poco dopo l'impatto del volo United Airlines 175 contro la Torre meridionale, a destra; a sinistra la Torre settentrionale colpita precedentemente dal volo American Airlines 11, dalla quale esce ancora fumo.
Luogo
New York, Arlington (Virginia)
Data
11 settembre 200108:46 – 10:28 (UTC-4)
Tipologia
attacco suicida, dirottamento aereo
Morti
2974 (più i 19 terroristi) e 24 dispersi
Feriti
migliaia
Compiuto da
terroristi legati ad al-Qa'ida
Motivazione
Ostilità di al-Qa'ida nei confronti degli Stati Uniti d'America, considerati fonte di iniquità e di ingiustizia per tutto il mondo islamico, "legittimata" da una irrituale fatwa emessa dai responsabili politici dall'organizzazione terroristica stessa
Gli attentati dell'11 settembre 2001 sono stati quattro attacchi suicidi da parte di terroristi di al-Qa'ida contro obiettivi civili e militari nel territorio degli Stati Uniti d'America.

OGGI - DOPO 11 SETTEMBRE DEL 2001

9 settembre 2009

Addio Mike



SE NE è ANDATO

MIKE BUONGIORNO

Dedico questo mio piccolo spazio (anche se tutti ne parlano) poichè ho sempre ritenuto Mike Buongiorno una persona spontanea, sincera e senza il cosidetto" pelo sulla lingua" nel dire ciò che si sentiva di dire.
Mi piace ricordarlo postando il video della famosa "discussione" con Sgarbi e penso sia sia dal quel momento che ha fatto scattare in me "la simpatia" e quindi l'apprezzamento per il presentatore Buongiorno ma soprattutto per l'uomo Mike.









MIKE E IL SUO "ALLEGRIA"

biografia di


MIKE BUONGIORNO




Italoamericano, figlio di madre torinese. Il nonno paterno, Michelangelo Bongiorno, era emigrato da Campofelice di Fitalia a quel tempo frazione di Mezzojuso in Sicilia, dove aveva una bottega. Tornò, ancora piccolo, con la madre a Torino, dove frequentò il liceo classico. Durante la seconda guerra mondiale, abbandonò gli studi e, grazie alla sua conoscenza dell'inglese, fu impiegato come staffetta per le comunicazioni tra Alleati e gruppi partigiani. Fu catturato dalla Gestapo e messo al muro per essere fucilato, ma si salvò perché fu perquisito e gli agenti tedeschi gli trovarono i documenti americani. Allora essi lo portarono nel carcere di San Vittore a Milano, dove fu detenuto per 7 mesi, per poi venire deportato dapprima nel campo di transito di Bolzano (dove fu testimone delle atrocità commesse da Michael Seifert, alias "Misha"), poi nel campo di concentramento austriaco di Mauthausen. Fu liberato prima della fine del conflitto grazie ad uno scambio di prigionieri di guerra tra Stati Uniti e Germania.
Tornò a New York, e dal 1946 lavorò presso la sede radiofonica del quotidiano Il progresso italo-americano. Con Corrado era il presentatore più popolare in Italia, ove, nel 1953, si trasferì per contribuire alla nascita della televisione. E, seppure Corrado apparve prima nelle trasmissioni sperimentali TV, dalla Triennale di Milano, fu Bongiorno a presentare la prima trasmissione in onda dalla TV di Stato italiana (RAI), cioè Arrivi e partenze.
Nel 1955/56 presentò alla radio il programma a quiz Il motivo in maschera, con l'orchestra diretta da Lelio Luttazzi. Sulla stessa falsariga, tra il 1967 e il 1970, Mike Bongiorno condurrà la trasmissione radiofonica pre-serale Ferma la musica!, con il complesso diretto inizialmente da Gorni Kramer e poi da Sauro Sili.
Nel 1955 Bongiorno recitò nel film Il prezzo della gloria e in alcuni fotoromanzi, e subito dopo lanciò il primo quiz della televisione italiana, Lascia o raddoppia? (versione italiana del quiz americano The 64.000 $ Question), contribuendo a far entrare il nuovo mass media nella cultura popolare di una nazione che, all'indomani della seconda guerra mondiale, stava subendo forti e radicali cambiamenti.
Agli inizi degli anni sessanta Umberto Eco gli dedica il celeberrimo saggio Fenomenologia di Mike Bongiorno, nella quale la tecnica comunicativa del conduttore viene analizzata dal noto scrittore in maniera accademica. Umberto Eco rintracciava le radici profonde del successo di questo personaggio nella sua "mediocrità assoluta" grazie alla quale «lo spettatore vede glorificato e insignito ufficialmente di autorità nazionale il ritratto dei propri limiti».[1]
Nel 1960 egli intraprende la conduzione del programma di successo Campanile sera, prosegue la sua carriera nel 1963 con la seguitissima trasmissione La fiera dei sogni e nel 1966 con Giochi in famiglia.
A partire dal 1963, ha condotto ben undici edizioni del Festival di Sanremo, l'ultima nel 1997 con Valeria Marini e Piero Chiambretti.
Atri quiz di grande successo dell'epoca Rai furono invece Rischiatutto, del 1970 e Scommettiamo?, del 1976.

Mike Bongiorno con Silvio Berlusconi all'esordio di Canale 5
Fu uno dei primi grandi conduttori a lavorare con le televisioni private e contribuì, con l'imprenditore Silvio Berlusconi, alla nascita della televisione commerciale (da sempre monopolio statale).Già nel 1979 condusse, su Telemilano (quella che poi sarebbe divenuta Canale 5), prima Milaninter club (una rassegna sportiva in onda dal 1978 al 1979), poi la trasmissione I sogni nel cassetto. L'ultima trasmissione in Rai fu Flash (1980/1982), dopodiché passò definitivamente al nuovo gruppo Mediaset per condurre trasmissioni che gli furono particolarmente congeniali: i telequiz Bis (1981) Superflash (1982), Pentatlon (1985), Telemike (1987), Tutti x uno (1992).
Dal 1989 al 2003 ha condotto La ruota della fortuna. In questa conduzione è stato affiancato da diverse vallette: la prima fu Ylenia Carrisi (figlia di Al Bano e Romina Power), Paola Barale, Antonella Elia, Claudia Grego, Miriana Trevisan e Nancy Comelli.
Nel 1993-1994 conduce Festival italiano su Canale 5 (sulla falsariga del Festival di Sanremo) con Paola Barale (prima edizione) e Antonella Elia (seconda edizione).
Dal 1990 ha condotto Bravo Bravissimo e dal 1994 Viva Napoli, in entrambe le trasmissioni veniva spesso affiancato dalle vallette de La ruota della fortuna.
Nell'estate del 1999 e del 2000 ha condotto Momenti di gloria, insieme ad Ellen Hidding, trasmissione in cui cantanti non professionisti potevano incarnare il proprio cantante preferito.
Nel 2000 ha condotto su Canale 5, insieme ad Antonella Elia, Qua la zampa, trasmissione dedicata a cani, gatti e altri animali domestici.
Nell'estate del 2001 ha condotto Paperissima Sprint, al posto di Striscia la notizia, affiancato dal Gabibbo e di Antonella Mosetti.
Nelle ultime stagioni televisive Bongiorno si è dedicato alla conduzione di due quiz su Retequattro: Genius, un format televisivo dedicato ai ragazzi, e Il migliore.
È stato testimonial di alcune campagne pubblicitarie tra cui L'olio Cuore (insieme al figlio Leonardo) e Wind Infostrada insieme a Fiorello.
Ha conseguito il titolo di dottore presso l'università IULM di Milano nell'agosto del 2007.
Nel settembre 2007 è tornato in RAI per la conduzione della 68° edizione di Miss Italia su Rai Uno insieme a Loretta Goggi.
Dal 14 aprile 2008 ha condotto "L'Offerta del Mese" sul canale Mediashopping.
Il 20 marzo 2009, tramite un comunicato in risposta alle critiche che vedevano la sua partecipazione ad una promozione del nuovo show di Fiorello su SKY come un tradimento nei confronti di Mediaset, ha reso noto di non aver avuto rinnovato il contratto dall'azienda di Cologno a fine 2008, e di essere perciò libero di poter lavorare con chiunque. Tra le opportunità per Mike nel dopo-Mediaset ci sarebbe una partecipazione al Fiorello Show su Sky[2][3].
Il 26 marzo 2009 viene comunicato che Mike Bongiorno ha firmato un contratto con SKY, grazie al quale avrebbe condotto sul canale 109 SKY Uno 12 puntate del famoso quiz Rischiatutto, ribattezzato per l'occasione RiSKYtutto.[4]
La notte fra il 7 e l'8 settembre 2009, muore all'età di 85 anni, colto da un infarto mentre si trovava all'hotel Metropole di Monte Carlo per una breve vacanza.[5][6][7]




I FUNERALI SI TERRANNO A MILANO

SABATO - 12 SETTEMBRE

Collettiva-Concorso RICICLARTE - OSNAGO


si è inaugurata il giorno 4 settembre il concorso-collettiva

RICICLARTE

organizzato dalle donne PD all'interno della festa organizzata presso la struttura multifunzionale di OSNAGO

La mostra e la festa continuano sino al 13 settembre con relative premiazione

(se si vuole conoscere il programma della festa

clicca qui





ANTONIA CACCIA presidente dell'associazione L'ALTRA META' DEL CIELO

taglia il nastro della mostra

a sinistra l'on. LUCIA CONDURELLI e DINA VERGOTTINI del PD Donne di Lecco



Sullo sfondo la mia opera presentata

IN JEANS, lungo l'Adda

eseguita con materiale riciclato.



La motivazione (che veniva richiesta) per la presentazione dell'opera :





Perchè l'interesse deve comunque sempre prevalere sulla ragione?

La scelleratezze che porta gli uomini a distruggere tutto ciò che di bello e di buono esiste nel nostro pianeta è ignobile, le stragi, le dissennatezze che vengono compiute nel nome del dio denaro sono tantissime e spesso, se non tutte, sono da condannare.
Forse non riusciremo mai a comprendere che cosa spinge l'uomo, a distruggere in fondo se stesso!
Le questioni ambientali sono sempre più al centro della nostra vita quotidiana. Se ne parla tanto anche a livello politico sia nazionale e globale, ma chissà se c’è davvero la volontà di voler far fronte a questa enorme necessità!
Tanto si sta facendo, ma sembra non sia mai abbastanza per sensibilizzare tutti.

Un esempio fra i tanti : la raccolta differenziata che ha creati enormi problemi al nostro sud, il riciclo, il riuso e quindi una migliore qualità della vita deve essere per noi ma soprattutto per le future generazioni una priorità assoluta.
Un intervento indispensabile specialmente se si considera lo spreco da parte nostra rispetto ai paesi meno sviluppati.
Si vuole invitare dunque a nuovi comportamenti di vita. Gli oggetti creati in laboratorio possono nuovamente essere utilizzati come elementi per creare dopo essere stati separati, differenziati e quindi riciclati.
Il materiale di riciclo può essere utilizzato per creare, per fantasticare e proporlo in nuove forme d’arte .
--------
In questo mio lavoro ho voluto utilizzare come base pittorica la mezza gamba di vecchio jeans ormai dismesso, e ritagli dello stesso jeans che ho prima dipinto con colori ad olio (quanta fatica per l’assorbimento del colore) e poi le sagome degli stessi jeans stesi ordinatamente ai pali per l’asciugatura, che era “normale” vederli lungo la riva del fiume (l’Adda).
Una velata leggera malinconia per quei tempi, quando le passeggiate lungo i fiume, appunto in jeans, erano dei momenti indimenticabili e le grida dei bimbi che facevano il bagno nelle fresche acque diventano gioia per noi passanti.
Ho ritrovato inoltre un vecchio scaffale rovinato e con pazienza ho lavorato sul legno, grattandolo e piallandolo per riporarlo a listelli validi per una cornice naturale.
Spago, juta, recuperati da lacci buttati e sacchi hanno completato l’opera.