I COLORI..."PENSIERI DELLA MIA MENTE" E LE MIE POESIE..."LA MELODIA DEL MIO CUORE"

In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

2 giugno 2017

Il lago che mi ha vista bambina

La mia opera "Il lago che mi ha vista bambina" ha trovato la Sua perfetta collocazione e sono certa che è super apprezzata - con lettura pregevole del dott. R: Aracri
La pittura di Carla Colombo è pittura sentimentale, romantica, onirica. La sua innata ricerca del bello, della luce, dei colori la portano a sondare un mondo che solo agli artisti è dato di conoscere e questa artista ce lo ripropone in una dimensione sognante e nello stesso tempo concreta per la dolcezza dei colori stratificati nella composizione di una scenografia leggera, avvolgente, calda e intrigante.

La trama del dipinto è data da forme disposte con cure e accostate con sapiente scelta delle tonalità che interagiscono tra di loro e dalle quali scaturisce l’effetto di un mondo inverosimile ma con una sua razionalità, una sua freschezza , una sua brillantezza quasi un universo dalla magia inverosimile. 
La pittrice brianzola ha la particolare capacità’ di fare leva sulla sfera dei sentimenti e delle emozioni sia quelle dell’artista che dello spettatore in quanto nei suoi quadri attraverso la deposizione dei colori e l’accostamento perfetto delle tonalità, trovano espressione le proiezioni inconsce, le rimozioni, i desideri e le aspirazioni. 
Cosi il lago è il luogo della giovinezza , dei sogni, delle speranze e dei segreti inconfessabili. Il lago, il posto delle fragole dove sentirsi al sicuro e dove inventarsi un mondo in cui rifugiarsi lontano da tutti. 
E lo spettatore è stimolato con sensazioni positive e piacevoli veicolate dalla bellezza del quadro in un processo di comprensione e di condivisione quasi complice, di comprensione in definitiva per cui l’arte e la pittura nel suo genere sostenuta da un talento innato diventa il luogo del sentimento vero e del sogno irrealizzato.
Dott. Romeo Aracri