I COLORI..."PENSIERI DELLA MIA MENTE" E LE MIE POESIE..."LA MELODIA DEL MIO CUORE"

In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

10 gennaio 2013

Un cuscino per la buonanotte

Ecco... si... chi non ha bisogno di un valido cuscino per lasciarsi cullare fra le braccia di Morfeo?
In questo caso però sto parlando di un cuscino particolare, perchè è l'ultima, per così dire, fatica letteraria dell'amico poeta-fotografo- MARIO ALIPRANDI di OLGINATE LC. del quale ho già parlato qui, 

http://artecarlacolombo.blogspot.it/2011/05/della-serie-gli-amici-sonoimprevedibili.html

su questo spazio in occasione dell'altra sua pubblicazione:





 a Laura
Perchè mi manca.
Perchè il suo ricordo è 
Come il bacio sulla bua...
Consola, ma non guarisce.
                                                                                                                                  
Interludio

Si tu Laura
Sì bella e cara
E vorrei coniar per te
Parola rara

E poi donartela sì
In un baleno
Cavalcando un’arca

Ma haimè
Io non son Petrarca

Prefazione DELLO STESSO AUTORE : 

“Una nota dell’AMI (Associazione Avvocati Matrimonialisti) datata marzo 2011 informa che il 60% dei casi di tradimento in Italia si consuma tra colleghi sul posto di lavoro: record al mondo. Poi continua… Contrariamente a quel che si pensa chi tradisce non cerca solo una scappatella, ma spesso una storia parallela da portare avanti negli anni… Gli inconvenienti che portano alla scoperta del tradimento molto spesso sono imperdonabili distrazioni: sms compromettenti, tracce di profumo…”

Come visto, la tematica è piuttosto frequente e l’argomento è altrettanto banale e forse già largamente sfruttato.
Credo però, che ritrarre due amanti, descriverne la storia clandestina riportando solo i loro sms, utilizzare soltanto questa nuovissima forma di comunicazione per fare arrivare, o almeno provarci, attraverso questi piccoli frammenti le emozioni vissute, (trepidazione, passione, rabbia, gioia, frustrazione …) sia al tempo un’idea ambiziosa ed ardita, ma molto stimolante e curiosa.
Lo spunto nasce, pur senza paragonarsi a sì tanto genio, dal libro di un fuoriclasse della letteratura che risponde al nome di Andrea Camilleri ed al suo “La Concessione del Telefono”, dove la trama è disegnata soltanto da una fitta corrispondenza tra i vari personaggi.
Diciamo che questo tentativo, che vuole essere un omaggio al maestro, può essere inserito facilmente tra quei danni comunemente trattati, come gli effetti collaterali per tale adorazione, d’altro canto, detta con le parole di Charles Caleb Colton: “L’imitazione è la più sincera forma di ammirazione”.
Gli sms inseriti non sono che una piccola selezione tra i circa 560 ricevuti e poco meno dei 650 inviati: le due successioni quasi si equivalgono con una leggera predominanza dei ricevuti, e sono proprio questi ultimi a tessere la trama della vicenda… a segnarne la traccia con una sorta di fil rouge quasi invisibile. Gli sms inviati, che non sono funzionali al racconto, si manifestano, in prevalenza, sotto forma di piccoli interludi, privilegiando il romanticismo e sono usati come dediche al mattino ed alla sera… “I Cuscini della Buonanotte” appunto, che la protagonista della storia amava così tanto da richiederne di continuo. Solo pochi altri infine fanno da contrappunto, messi qua e là a far da spalla ai ricevuti, così da permettere alla prosa di dipanarsi e andare avanti in un lento divenire. Naturalmente, riportando solo, e solo pochi sms scambiati fra questa fuggevole coppia, non si ha la possibilità di raccontare i fatti nella loro interezza, (spesso il lettore avrà la sensazione giusta, che non vi sia concordanza tra un sms ricevuto e la risposta) anche perché, malgrado vi sia un ordine cronologico, un inizio ed una fine, si è cercato di raccontare il sentimento vissuto dai protagonisti, il tormento… raramente il contesto in cui la storia si svolge, ma proprio per questo, non si leggerà un racconto uguale per tutti, al contrario, ciò permetterà, soprattutto al lettore meno pigro, di costruirsi una trama lasciandosi guidare dalle sue sensibilità e dal suo vissuto, facendo così, di una storia qualsiasi, statica, la sua storia.
Mario Aliprandi 
------------------
UN CUSCINO PER LA BUONANOTTE (una storia d'amore) è un bellissimo e coinvolgente dialogo costruito con l'utilizzo di  sms - messaggi di cellulare di due innamorati - amanti (libero e poeta  lui - sposata e meno poetessa lei) .
Il Lui della storia coinvolge la "Sua amante" in un vortice di parole suadenti e sussurrate al momento giusto dal segnale del cellulare e Lei, come corda di violino, desiderosa di ricevere di conntinuo gli smsvive questi  momenti  fra ansie e tormenti  di donna sposata con tutte le contraddizioni, cme è normale che sia vivendo una storia simile con il legame del matrimonio  :
volere e non volere - potere e non potere - vedersi e non vedersi.....
Un piccolo volume dal quale il lettore non stacca l'attenzione, le classiche pagine lette tutte d'un fiato, poichè tutto coinvolge, immedesimandosi e fare proprio la storia. Non si vede l'ora di arrivare alla fine per sapere come la storia si conclude. 
Man mano ci si costruisce già il proprio finale, ma che in fondo non si vorrebbe così come si pensa:
Una storia d'amore dunque clandestina, come tanti dei giorni nostri  e vissuta per quel che è in quel momento, nella quale i  protagonisti ne colgono  tutte le sfumature, gli attimi, i pensieri, la clandestinità.... insomma come è possibile viverla. 
Molto valide e coinvolgenti le varie citazione poetiche che vengono riportate dal "LUI" a supporto del sentimento-emozione
...ed il cellulare..quel cellulare che solo loro conoscevano, non squilla più...resta muto...ma perchè? .ma io non posso rispondere...altrimenti che gusto c'è?

Carla Colombo
9 gennaio 2013
tutti i diritti riservati . Carla Colombo 
Credo che leggendo queste pagine si possa ancora sognare...in quel senso!!!

La raccolta di MARIO ALIPRANDI è in vendita al costo di euro 8.20 ed è prenotabile direttamente presso l'autore  oppure presso alcune librerie della zona (se VI interessa-contattatemi carla_colombo@libero.it)  

finita di stampare - febbraio 2012
presso Pronto Stampa
casa editrice Montedit.Melegnao MI