I COLORI..."PENSIERI DELLA MIA MENTE" E LE MIE POESIE..."LA MELODIA DEL MIO CUORE"

In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

mostra CARLA COLOMBO

mostra CARLA COLOMBO
MOSTRA PERSONALE ...DI SOLE E DI ME presso Centro Florovivaista LA GARDENIA, mbersago, dal 1 dicembre al 7 gennaio Per il quinto anno sarò ospite del centro vivaio LA GARDENIA di Imbersago che per il periodo natalizio arricchirà il proprio spazio di stelle di natale, ciclamini, composizioni ed addobbi vari. Le mie opere saranno inserite in questo splendido contesto e daranno all'insieme atmosfera accogliente e stupendamente accattivante.

31 ottobre 2012

La mia prima volta....o forse la seconda

Non è mia abitudine presentare mostre personali (non lo faccio neppure per le mie) ma ho accettato e con un certo imbarazzo devo dire, che però si è subito stemperato.
Ho accettato dunque   l'invito dell'amico Walter Rocca del gruppo Effeotto di Cernusco Lomb. e valente fotografo, di presentare la mostra del comune amico   fotografo GIOVANNI CONTI di Olginate. 

Organizzata dal gruppo Effeotto di Cernusco Lombardone con il patrocinio del comune di Cernusco Lombardone si è conclusa 



Durante la cerimonia di premiazione
Salvatore Krassowski, Carla Colombo, Giovanni Conti e Giuseppe Gironi. Sotto alcuni scatti del fotografo in mostra

 ho avuto il piacere di leggere la mia POESIA "LA FOGLIA" DEDICATA PROPRIO AD UNO CATTO FOTOGRAFICO DI GIOVANNI CONTI  ed inaugurare così con la prima lettura in pubblico  la mia raccolta LA MELODIA DEL CUORE

LA FOGLIA

Adagiata sul manto azzurrato
Colorata del più bel arcobaleno
Riposi in sussulti di brezza
E musica melodiosa.

La sagoma vacillante
Riflette nello specchio di acqua
La sua ombra
E di vita l’ultimo spiraglio.

Carla Colombo
18 ottobre 2011

Su scatto di Giovanni Conti 


ALTRI SCATTI che trovate anche su merateonline:



foto fornite da Walter Rocca . scatti di Giovanni Conti . coperti da copyrigt.

Altre foto della personale sul sito del gruppo EFFEOTTO
file:///C:/Users/Carla/Desktop/download.htm

GIOVANNI CONTI E I SUOI SCATTI COLMI DI POESIA
Giovanni Conti nasce ad Olginate in Brianza ed è da queste Sue origini che estrapola le motivazioni per i Suoi scatti che sono una continua ricerca e scoperta.
La vita lo ha portato a scelte di lavoro completamente diverse, ma con scrupolosa dedizione da semplice hobbysta si è avvicinato alla fotografia rimanendone sempre più coinvolto.

Ha tenuto in questi ultimi anni diverse mostre personali in zona  che gli hanno riconosciuto successo di pubblico e di critica. Inoltre ha partecipato a numerosi concorsi ottenendo importanti riconoscimenti che lo hanno spronato a dedicarsi maggiorante a questa Sua passione.
Con l’occhio ma  soprattutto  con l’anima  di chi sa cogliere il momento, Giovanni Conti esprime con la Sua macchina fotografica momenti  colmi di poesia e di sentimento, dove il fiume diventa linfa vitale di un mattino a primavera, i monti richiamano il risveglio  del giorno, le campagne colgono attimi di pomeriggi gioiosi, e poi tanto altro ancora, un susseguirsi di immagini che trasmettono il calore della Sua Brianza, ma non solo, ogni viaggio, ogni escursione è un modo per cogliere sempre attimi pieni di vita sfavillanti di luce  e colore.
La dolcissima capacità di fermare l’attimo, la talentuosa espressività artistica nel carpe-diem è una delle virtù di Giovanni Conti che usa la macchina fotografica  come tavolozza ed i colori come suoni che sprigionano sentimento puro.
Fotografie che raccontano e coinvolgono,  catturando la luce e introflettendola nella trama del foglio  che si materializza in una dimensione dell’anima. Tonalità sciolte e ricamate in un movimento finissimo che solo il suo istinto e la sua sensazione sa  percorrere  i sentieri dell’anima e li rivive nella distribuzione cromatica calda.  Fotografie che come  storie  tramontano o come la vita stessa che declina ma che, se vissuta porta con sé i colori dei sentimenti più belli che non muoiono mai  e nemmeno la stagione che passa riesce ad appassire.
Giovanni Conti non ama l’elaborazione digitale, solitamente propone al pubblico la fotografia pulita, quella che nasce spontanea, quella che assapora di favola del momento in un mix di emozioni e di pathos tra il Suo esprimere e ciò che la natura offre.
In questa ulteriore personale dal titolo “IMMAGINI” non si smentisce. In una ricca e corposa carrellata propone fotografie già presentate in altre occasioni ed altre che hanno ottenuto riconoscimenti in concorsi vari, il tutto integrato con nuovi scatti inediti.
Oltre la Brianza dunque, una proposta di altre immagini, tutte con un denominatore comune;  sempre e comunque la nostra bella natura…in un mondo di serena e rilassante poesia a colori…”la poesia a colori di Giovanni Conti”

Carla Colombo 
13 marzo 2012 

Copyright registrato
(Tutti i diritti riservati ®©)

27 ottobre 2012

L'intenso scrivere del prof.Carmelo Cozzo







Ho già avuto modo di parlare in diverse occasione del maestro d'arte prof. Carmelo Cozzo, ormai risaputo che è il mio grande amicone siculo, del quale potete ancora vedere la personale on-line a Lui dedicata sul mio blog
http://lavostraarte.blogspot.it/search/label/Carmelo%20Cozzo%20di%20Adrano%20CT

 e poi tanto altro ancora qui su questo blog, ma ritorno con piacere nel parlarVi di Carmelo  poichè attualmente sta  lavorando alla raccolta delle Sue innumerevoli liriche scritte in anni passati ma anche attualmente.
A tal proposito mi ha inviato alcuni testi che vorrei condividere con Voi e scusate se non sono proprio in ordine ed esteticamente postate, ma ho preferito evitare di trascriverle per non incorrere in errori. 
Vi lascio questo scritto che lo stesso Carmelo mi ha pregato di inserire:

Nota bene per i lettori:                                                                                                                             Chi desidera esprimere un giudizio su queste liriche è pregato di essere il più obiettivo possibile ed evitare lode se non si è convinto. Inoltre, si prega di autorizzare, chi lo desidera, l’utilizzo del giudizio espresso per la pubblicazione di un opuscolo. In tal caso mettere nome e cognome.
Grazie.                                                                                                     L’autore Prof.Carmelo Cozzo


Carmelo tiene molto ai Vostri giudizi, e tiene molto anche a rendere ufficiali i Vostri eventuali interventi.

in visita a Bergamo - una bellissima giornata insieme 
----

COSI' SCRIVE : 










QUESTE ULTERIORI LIRICHE SARANNO RAGGRUPPARE IN UN UNICO VOLUME 
assieme ad altre liriche:

ecco la bozza di copertina con alcuni dipinti e disegni del prof. Carmelo Cozzo.





Copyright registrato
(Tutti i diritti riservati ®©)



24 ottobre 2012

"Fiori...nei fiori" - la mia nuova personale

Oggi ho istallato la nuova personale nata da un'idea- flash che mi è venuta così...e senza pensare troppo ho iniziato a programmare la cosa.
Mi è sembrato doveroso ed anche bello iniziare questo nuovo cliclo di mostra itinerante partendo dall'azienda florovivaista LA GARDENIA che si trova appunto al mio paese Imbersago - via provinciale.
I proprietati : sig.ra Giusy, sigg. Angelo col figlio Gigi, una volta illustrato il mio progetto hanno accettato subito con entusiasmo...e così oggi, immersa nei bellissimi colori di fiori freschi e piante verdi, ho accomodato anche le mie opere che illustrano unicamente fiori e campagne fioriti in diverse tecniche.



presentazione della mostra:

dal 25 ottobre al 14 novembre

E' questa la prima tappa della mostra itinerante che la pittrice Carla Colombo propone negli spazi espositivi di florovivaisti vari della zona.
Non a caso la prima  location scelta, appunto LA GARDENIA che si trova proprio nel paese dell'artista, ad Imbersago, (LC) Via Provinciale..
Nonostante la Colombo è avvezza a dipingere svariati  soggetti, la mostra è un concentrato di   fiori e campagne fiorite, proprio per rendere armonico l'insieme con i vari spazi che la ospitano.
Saranno presentate opere ad olio principalmente a spatola   luminose e solari,  che rasserenano  al solo guardarle. Saranno affiancate anche da alcune opere  ad acquerello  dai colori delicati e raffinati.
Un valido connubio di due tecniche che sono solo un esempio delle tante espressioni artistiche della Colombo.

dott. S. CARCANO 

giusto per darvi un assaggio Vi mostro due foto, ma farò un bellissimo reportage più avanti a mostra conclusa 




hanno scritto della mostra:

News comune di Imbersago 
Il giornale di Merate
La Gazzetta di Lecco
La Provincia
Addarte
Arteglobale
Dicearco 
Equilibriarte 
Expoart

sarà comunque più precisa a mostra terminata. 
E' scontato ma mi piace dirlo lo stesso, che VI ASPETTO TUTTI 
a braccia aperte, in particolare coloro che vivono nella mia zona. 

21 ottobre 2012

Sto impazzendo?

Forse si, ma che bello impazzire, sentendosi liberi di fare ciò che si vuole con le proprie creazioni.... Sto provando un grande piacere nello stravolgere i colori di alcune opere datate ...e la cosa più bella è che non devo chiedere niente a nessuno, né tanto meno operare su direttive di altri...(finalmente)... almeno in questo mio mondo non mi è precluso di pasticciare, cambiare, stravolgere..evvaiiii.....che piacevole sensazione!!! Ho rinfrescato...o forse stravolto :
COM'E' 


COM'ERA


Opera  : memoria, olio su tela, cm. 50x50-anno 2002

COM'E' 


COM'ERA 


Opera : Si vede il mare - olio su tela cm. 70x50 - anno 2003

ciaooo a tutti e lieta settimana 


19 ottobre 2012

piccolo pro-memoria


Ricordo che domenica 21 ottobre sarò di nuovo presente con le mie opere presso
 il MERCATO DELL'ANTICO AD IMBERSAGO 
VI auguro un lieto fine settimana e lascio in visione un ultimo acquerello

------


 acquerello _Romantico pensiero - dim. cm 42x59 - carta grana fine Winsor & Newton 

Semplicemente

Ho sorriso a giorni
interminabili e cupi
aspettando che il cielo
si aprisse al sole
e steso tappeti
di velluto color porpora
ricamando di trine preziose
lo scrigno dell’anima.

Ho intrecciato nastri
di raso lucente
e cercato merletti antichi
per avvolgere il cuore
e raccolto fiori
d’inizio primavera
per comporre ghirlande profumate
e adornare l’amore per te.


 Carla Colombo 
Ottobre 2009

15 ottobre 2012

La melodia del cuore

Sono molto felice ed anche emozionata nell'annunciare   che qualche giorno fa è uscita la mia prima
raccolta di POESIE dal titolo:

LA MELODIA DEL CUORE
 edito da BookSprint edizioni



finito di stampare - ottobre 2012

breve stralcio della presentazione di Carla Castellani
...con la delicatezza dei sentimenti, con l'attenzione dei particolari, cui il suo occhio d'artista è avvezzo, Carla Colombo ci apre le porte del suo mondo interiore....

breve stralcio della postfazione di Francesco Baldassi 
...La sua arte e la sua poesia vivono pertanto, della limpidezza e dell'immediato, che scalfisce la superficie e penetra all'interno dell'anima con l'efficacia e la semplicità della luce...

Dettagli Libro 
Formato libro : formato A5Pagine
pagine :  88
cod. ISBN : 9788867424078
Anno di pubblicazione : ottobre 2012
Titolo: La melodia del cuore
Autore: Carla Colombo
Prezzo : 12,00 €

E' possibile acquistare la mia raccolta direttamente presso la casa editrice

oppure direttamente contattandomi, con pagamento con bonifico bancario o ricarica post pay al costo di euro 15,00
carla_colombo@libero.it
(darò tutti i dati necessari)

14 ottobre 2012

ed allora...E ancora ti parlo

…E ancora ti parlo
Non rendermi lacrime e malinconie
che non volevo mai regalarti.
Non nutrire il tuo cuore
di tristezza mai voluta per te.
Non velare i tuoi occhi
di nostalgia amara, la sera.

        Ferma i pensieri stanotte,
        non volare via,
        ti farò compagnia se vuoi.

Non ferire la tua anima
di rabbia per ciò che non potevi darmi.
Non raccontarmi di paura del buio
o di pianti soffocati nel cuscino,
Non dirmi di albe insonni
per i primi amori che non ho mai capito.


        Riposa un attimo il tuo cuore 
        e tienimi le mani,
        fammi compagnia se vuoi.

Non bere l’acqua del rimpianto vuoto
o del ricordo che invita al pianto.
Non dirmi delle parole non dette
per il tempo che non avevamo.
Non lasciar andare la tua mano stanca,
riprendi, è tempo di guardarti dipingere.

        Disseta ora il ricordo nel sorriso dolce
        … così ti ho voluto,
        ... così ti ho amato.

        Rimani  per sempre
        … nei miei occhi eterni
        … ed ancora ti parlo.


Carla Colombo
Febbraio 2006 

(una della mie prime poesie che mi ha dato le prime soddisfazioni in poesia )

foto di Carla Colombo



13 ottobre 2012

chi lo conosce? - acquerello

Questa volta ho proprio scopiazzato da un piccolo ritaglio che ho trovato su un periodico, ma, nella mia ignoranza, anche se sono molto amante della flora in genere, non conosco il nome di questo fiore:


acquerello : ....in solitudine - acquerello su carta fabriano - gr. 300 grana fine
 - dim. cm. 35x45- anno 2012

Chi mi aiuta a regalare il nome....per "questa solitudine" ? 

auguro a tutti una serena domenica 

12 ottobre 2012

acquarello - Rosa

..ed ancora fiori, questa volta una semplice rosa in acquerello che dono a tutte le amiche che vengono a trovarmi sul blog.

acquerello : Rosa in solitudine - acquerello su carta Fabriano gr. 300 - grana fine - anno 2012

La poesia qui sotto l'ho già proposta, ma lasciatemelo fare ancora...

LA ROSA ETERNA

Ti scorgo ogni giorno d’estate
nell’angolo assolato dell'amato giardino,
che mi ha vista bambina
giocare sul prato a primavera.

Nascosta tra le foglie del vecchio castano
sorvegli instancabile
affetti che conservi nel cuore
nello scorrere lento  delle ore
rintoccate dalle meste campane.

Sei bella, sei unica, 
sei fiammante di colore vermiglio
e profumi d’essenza
da quel giorno che linfa ti donò 
una mano d'amore.  

I miei occhi increduli
adornati da solchi di vita
diventano luce  al vederti
e il volto ricamato dagli anni
ritrova carezze soffuse.

All’improvviso una mano
leggera mi sfiora i capelli
e ritorno bambina
… è mia madre
… con la carezza di allora.


Carla Colombo
7 luglio 2011

10 ottobre 2012

Com'era...com'è...

Questa volta però non parlo di Pepe.
----
Succede di tenere lì, in qualche angolo dello studio alcune opere che sembrano dire..."guardami e dammi una nuova veste...dammi altro colore...regalami quel qualcosa in più che forse a quei tempi non eri in grado di darmi..." ed è  ciò che sto facendo in questo periodo cercando di regalare  una nuova freschezza (almeno credo) ad alcune opere di qualche anno fa.
Questa è la prima che Vi propongo:

COM'E' 

OPERA : esplosione in giallo  olio a spatola su tela - dim. cm. 60x40 



COM'ERA NEL 2004


che ne dite? 
Meglio prima od ora....mica è detto che sia meglio ora. 
Io penso sempre che sia questione di gusto personale....ma le mie mani prudevano nel vedere l'opera qui sopra...e l'ho  rifatta....ed ho aggiunto il piatto per bilanciare la composizione.



9 ottobre 2012

Nel tuo cuore....

Ho ricevuto notizia dall'accademia internazionale IL CONVIVIO di Castiglione di Sicilia (CT)  di essere stata  prescelta con un TERZO PREMIO al concorso indetto dall'accademia stessa,
e come è consuetudine, per le opere vincitrici è previsto l'inserimento sul  retro di copertina del loro periodico trimestrale.
---
Sono stata premiata con la seguente opera:

in alto a sinistra: Nel tuo cuore, un soffio di primavera 
olio a spatola su tela - dim. cm. 70x50 - anno 2012

La cerimonia di premiazione sarà tenuta presso GIARDINI NAXOS IL GIORNO 28 OTTOBRE 2012
Ringrazio moltissimo tutti i componenti della commissione giudicatrice  dell'Accademia che hanno ritenuto questa mia opera meritevole di riconoscimento. 
--
Se siete interessati a ricevere copia del periodico gratuitamente basta contattarmi carla_colombo@libero.it e Vi darò tutte le info sulle iniziative dell'Accademia. 

7 ottobre 2012

Arte in essenza informale


Il giorno 2 ottobre si è conclusa la 
COLLETTIVA-CONCORSO "ARTE IN ESSENZA INFORMALE"
alla quale ho partecipato presentando due mie opere:
Sulla locandina tutti i dati: 


LE MIE OPERE 

il commento del componente della Commissione che ti ha votato:

Opera materica, estremamente significante. Un messaggio nei messaggi che colpisce profondamente. L'artista ha voluto esprimere in questi due quadri un significato comune, un profondo legame che esiste fra l'amore imprescindibile e l'amore violato, dove vi è una vittima ed un carnefice, ma dove la speranza non si perde e si guarda al futuro. Un abbinamento azzeccato che rende queste due opere, singolarmente apprezzabili nella loro unicità, ancora più importanti se viste insieme [Commissione Artistica della Compagnia Artisti e Autori]
Pubblico all'inaugurazione 



alla premiazione 
 le targhe consegnate ai tre vincitori e questa volta....(visto che dite che vinco sempre, cosa non vera) non sono stata premiata ..... :-))))))))))
grazie alla sig,ra Giusy Patti organizzatrice e responsabile della Compagnia Artisti e Autori -Torino

6 ottobre 2012

A volte i pensieri...

Mi piace applicarmi a diverse tecniche e se nel  post precedente ho postato un olio a spatola, ora  Vi mostro
l'ultima opera informale terminata in settimana 


 -
opera Pensiero presente - tecnica mista su tela 50x50 - anno 2012

Due generi completamente diversi fra loro, ma io sono fatta così, un giorno primo sono presa dalla spatola, il giorno dopo lavoro di muratura..o quasi..oppure mi immergo nella delicatezza di un acquerello...
SARO' STRANA? Oppure è semplicemente  una voglia di sperimentare sempre cose nuove e che al momento mi soddisfino (parlo di pittura non di altro eheheheh.) ?
---

3 ottobre 2012

Emozione d'Autunno

E' un soggetto che ripeto praticamente ogni anno, ma quando arriva l'autunno non posso fare a meno di raccogliere l'emozione dei colori autunnali della mia splendida ADDA.

opera : Emozione d'autunno (all'Adda) - olio a spatola su tela - dim. cm 40X40 - anno 2012

L'adda... la mia Adda

Muta, melanconica,
passata compagna
scivolavi lentamente
alle chiassose grida
di bimba solare
e nel silenzio ovattato
accompagnavi i pensieri
del pescatore assonnato.

Lenta, silente
sei oggi musa ispiratrice
di sussulti del cuore
riposti in variegati,
cerulei, esaltanti
pigmenti ricamati
sulla tela di un eterno
dialogo d'amore.


Carla Colombo
24 agosto 200

2 ottobre 2012

Com'era - com'è

...parlo di Pepe, il cucciolo di Elisa.
Ve lo ricordate?
http://artecarlacolombo.blogspot.it/2012/08/e-arrivato-pepe.html

Pepe è nata il 22 maggio, ha compiuto quindi i 4 mesi e guardate qui che cambiamento:


PEPE a un mese qui sopra


PEPE a  quattro mesi (foto del 19 settembre)

bello Pepolino...bello e ruffiano...
non aggiungo altro, perchè rischierei di passare per quella che va in brodo di giuggiole...
eppure cavoli, mi sta succedendo per questo nostro Pepolino.

1 ottobre 2012

Divagazioni sulla Libertà

Vi annuncia che. come tutti i mesi ho aggiornato il io sito:
www.artecarla.it
Inoltre sul blog che dedico ad artisti vari è in corso la PERSONALE ON-LINE DELLE POESIE DI PINO PALUMBO con sorpresa per qualcuno di Voi.
http//lavostraarte.blogspot.com 

---------------

Questo post però desidero dedicarlo ad un amico poeta, che trovo sempre "particolare" nel Suo modo di esprimersi attraverso liriche che toccano profondamente l'intimo, in particolare  coloro che hanno fede.
"DIGAZIONE SULLA LIBERTA'" è  la nuova raccolta di poesie dell'amico  poeta FRANCESCO BALDASSI di Roma , del  quale ho già parlato largamente sia su questo blog che nella personale on-line



della quale mi ha fatto dono con una dedica che trovo molto bella per il mio modo di essere 

Presentazione di Geo Vasile

Divagazioni sulla libertà è un ennesimo tentativo dell’autore di librarsi disciolto nello spazio spirituale della potenzialità e della creazione. La silloge non evita risvolti polemici, naturalmente sottintesi, contro i deterministi più incalliti, apologeti della necessità, a nome proprio della libertà interiore (avere il proprio potere di scelta, diventare artefice del proprio destino attraverso il potere su se stessi), contro la deriva che da sempre asseconda la vocazione nichilistica. La libertà quale dono divino è il moto e il bisogno più profondo dell’animo del poeta; essere libero per Baldassi significa, come per Tommaso Campanella, sentirsi libero anche nella più orrida cella dell’Inquisizione, sopravvivere per concepire nel senso di creare per essere. Il motto del presente libro offre anche una chiave di lettura, cioè il sigillo religioso ricorrente nelle precedenti raccolte che segna l’ideazione dei versi.
     Amore e morte, paesaggio e profezia, figure e gestualità, preghiera e abbattimento, solitudine e speranza di salvezza, tutto concentrato in forti nuclei semantici armonizzati secondo una tecnica speciale, quella di saper istituire una realtà analoga al sogno e alla stupefazione.
     La nuova silloge di Francesco Baldassi offre al lettore anche un altro sogno diurno, cioè un messaggio icastico che può essere anche un’ars poetica di questa recente tappa lirica dell’autore, pari a un grido di difesa contro vari ostinati vortici e soverchi prepoteri che minacciano appunto la libertà del nostro cuore e gli splendori del creato

[ISBN-978-88-7475-243-0]

Pag. 88 - € 8,00

per coloro che fossero interessati all'acquisto posso dare tutte le info del caso.