I COLORI..."PENSIERI DELLA MIA MENTE" E LE MIE POESIE..."LA MELODIA DEL MIO CUORE"

In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

mostra CARLA COLOMBO

mostra CARLA COLOMBO
MOSTRA PERSONALE ...DI SOLE E DI ME presso Centro Florovivaista LA GARDENIA, mbersago, dal 1 dicembre al 7 gennaio Per il quinto anno sarò ospite del centro vivaio LA GARDENIA di Imbersago che per il periodo natalizio arricchirà il proprio spazio di stelle di natale, ciclamini, composizioni ed addobbi vari. Le mie opere saranno inserite in questo splendido contesto e daranno all'insieme atmosfera accogliente e stupendamente accattivante.

17 luglio 2012

La luna di Nina

 la mia amica sicula NINA GRIOLI malata di LUNA, mi ha mandato queste immagini circa un mese fa e quasi me ne stavo dimenticando.
Come dicevo Nina è malata di luna nel senso che la Sua digitale è sempre puntata verso il cielo in particolare  di sera e riprende la luna nelle sue vari fasi....ormai l'hai immortalata in centomila foto.
Questa volta si è divertita a creare una Sua specialissima LUNA ..e come non dare lustro a queste immagini?


riflessi di luna 


Sensazioni nella notte 

Belle vero? Che ne dite?
Io non so come faccia ....so solo che sono molto affascinanti. 


se invece volete vedere le mie ultime lune dipinte le trovate qui sul mio sito 
http://www.artecarla.it/acque_marine.html

..e COME SI DICE :
l'APPETITO VIEN MANGIANDO...


Nina quando ha visto le due lune qui sul blog, me ne ha mandata subito un'altra, accompagnata da una poesia di FRANCESCO BALDASSI, l'amico nostro e poeta di Roma ,del quale ho anche già parlato qui , ma anche sul blog degli artisti :


Congiunzione 

....
Consumami così
lentamente lambendo il mio respiro.
E' in quest'età
di calde estati rombanti
e di ciccli scanditi
DA GRAVITA' LUNARI
sottraggo all'incertezza
la sollecitazione
che scende dallo spazio delle nubi.
ma se vuoi
pronuncio ancora solenne la promessa
di confinare il mio presentimento
dentro la congiunzione 
insondabile del cuore.

F.BALDASSI