I COLORI..."PENSIERI DELLA MIA MENTE" E LE MIE POESIE..."LA MELODIA DEL MIO CUORE"

In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

mostra CARLA COLOMBO

mostra CARLA COLOMBO
Ospite del CENTRO CULTURALE GABRIO CASATI di Muggiò e del ristorante-pizzeria "DA GIANCARLO" di Muggiò, espongo alcune mie opere dal 5 ottobre al 7 novembre 2017 - L'inaugurazione, accompagnata da un dopo cena e da un omaggio artistico, sarà presentata dal presidente dell'associazione Nazzareno Proietto e saranno declamate alcune mie poesie tratte da "La melodia del cuore" dall'attrice artista Giovanna Barnoffi. Vi aspetto per passare una serata in compagnia e senza tanti formalismi.

12 luglio 2011

Isola di Rodi : Lindos

..pensavate che me ne fossi dimenticata?

Ma noooo, eccomi qui a portarVi ancora a spasso con me.Stiamo un poco stretti, perchè la Pandina azzurra che abbiamo noleggiato per visitare l'isola di Rodi non ci permette di allargarci troppo.
Ma come sempre, quando si è compagnia, ogni posto è validissimo.

Ebbene, tornando all'Isola di Rodi, meta della mia vacanza di ormai un mese fa,  andando per ordine siamo ora giunti alla splendida cittadina di LINDOS . 




Vedete dove si trova sulla cartina qui a sinistra?
Assolutamente vietato lasciare l'isola senza aver visitato LINDOS.
----
Lindos è una pennellata di bianco sulle pendici aspre e brulle della montagna costiera. La città, del VI secolo a.C., era una delle più potenti della Grecia arcaica. La sua Acropoli domina dall’alto il paese e regala un panorama unico e indimenticabile.




Lindos è anche famosa per le sue notti di eccesso. Tra gli anni ’60 e ’70, prima di essere scoperta dal turismo di massa, divenne meta prediletta di artisti e scrittori, bohémien, hippy e musicisti rock come David Gilmour dei Pink Floyd o registi come Bernardo Bertolucci. Andavano per il clima, il mare blu  e i prezzi bassi. Erano attirati anche dalla vita contadina e salutare degli abitanti. E' senza dubbi una tipica cittadina greca, arricchita dalle stradine di ciottoli bianchi e neri e dalle case bianche quasi tutte accompagnate da un giardino privato con pavimenti a mosaico composti sempre dai ciotoli naturali.

Dopo aver parcheggiato l'auto in un vastissimo parcheggio gratuito, scendendo si giunge subito nella via principale e  ci imbattiamo immediatamente  in una specie "di posteggio" per gli asinelli, che sono il mezzo usato per salire lungo la mulattiera che porta all'Acropoli.
E naturalmente non ci lasciamo sfuggire questo mezzo considerando il caldo afoso e la salita che ci aspetta .../anche se qualche riflessione su questi asinelli ce la siamo fatta/




con la modica cifra di 5 euro ci siamo accomodati  in groppa ..sotto il asinello   preso dalla mia postazione, chissà che fatica a reggere i miei chili di troppo...

incolonnati ci siamo avventurati  fra le stradine strette di  Lindos  ciotolose e coperte di  porfido. Le case bianche costeggiano  il nostro percorso intervallate da giardini fioriti e panorami stupendi



(foto scattate dal dorso dell'asinello, per cui non sono riuscita a fare di meglio)
Dopo un percorso tutto in salita di circa dieci minuti giungiamo  all'entrata dell'acropoli mentre i nostri asinelli con i loro compagni si   riposano al fresco degli  alberi  in attesa di un nuovo cliente 

Teneri vero?



Essere arrivati sin lassù ne è valsa certamente la pena perchè lo spettacolo che si apre ai nostri occhi è veramente notevole.





video


A parte i vari reperti, (me compresa, che sembro una zombi  - mi sono subito scottata le braccione)  il panorama è senz'altro da mozzafiato, da ogni parte che si gira gli occhi si  riempiono di bellezze naturali.


video



Guardando a sinistra  ci si sprofonda nella bellezza della spiaggia e del mare blu  di Lindos



ed a destra l'occhio resta abbagliato dalla spiaggia e relative acque di Agios Pavlos , che si trova in un porticciolo naturale appena sotto l’Acropoli. Secondo la leggenda, San Paolo approdò qui nel 58 d.C., durante la missione per evangelizzare l’isola.

Il vento soffia forte, ma lasciarsi andare a queste bellezze è troppo travolgente. 
(Sullo sfondo, la cittadina di Lindos dalle tipiche case bianche) 
ed intanto gli asinelli continuano il loro lavoro e sempre più gente arriva a visitare l'Acropoli





Vi assicuro che respirare di quel momento è riempimento di tutto...e se fosse possibile, ancora di più... 



Una visita d'obbligo fra i negozietti innumerevoli che si aprono lungo tutte le piccole viuzze 

E' tutto veramente molto bello. E dopo aver percorso in lungo ed in largo Lindos, essere entrati nella chiesa ortodossa, in alcuni giardini di case private, decidiamo di riposarci e di fermarci il pomeriggo  nella spiaggia sottostante che si apre lungo l'altura di Lindos. La spiaggia di Lindos, a detta di tante info, è la più bella di tutta l'isola , non solo perchè è raccolta in una baia e quindi quasi chiusa   permettendo  alla acque di essere calmissime ed a temperatura mite, ma anche perchè si può ammirare la splendida Lindos dal sotto e immergersi in quelle acque  con un  panorama da contemplare,, non è poca cosa. La fortezza che racchiude l'acropoli domina su tutto e sembra che stia a custodire  la costa sottostante.







e dopo un bagno rinfrenscante e un'esposizione di sole di circa quattro  ore, ci avviamo al ritorno, senza prima dare un'occhiata ravvicinata alla Baia di San Paolo (vedi sopra) e vediamo la fortezza dal retro "paese".


Ne è valsa davvero la pena, e  prima di lasciare quest'incantevole posto, lascio Lindos  con questa immagine nella quale raccolgo parte di me e del mio sentire 



Aspettami...ritornerò!!! 
foto di C COLOMBO 

come tutte le foto qui sopra proposte  


Prosegue il mio viaggio fra qualche giorno con un'altra tappa...questa volta nell'estremo Sud di Rodi.