I COLORI..."PENSIERI DELLA MIA MENTE" E LE MIE POESIE..."LA MELODIA DEL MIO CUORE"

In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

6 aprile 2010

film "MINE VAGANTI"


UN FILM CHE VI CONSIGLIO DI VEDERE

film  "MINE VAGANTI"
Regia: Ferzan Ozpetek
Anno di produzione: 2010
Durata: 110'
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico
Paese: Italia
Produzione: Fandango; in collaborazione con Rai Cinema
Formato di ripresa: 35mm
Formato di proiezione: 35mm, colore
Ufficio Stampa: Studio Nobile Scarafoni / Fandango Press Office / 01 Ufficio Stampa
Vendite Estere: Fandango
Titolo originale: Mine Vaganti
Altri titoli: Loose Cannons



 "Non farti mai dire dagli altri chi devi amare, e chi devi odiare Sbaglia per conto tuo, sempre".
È il monito che l'anziana nonna rivolge al nipote Tommaso rientrato a casa da Roma deciso ad affermare le proprie scelte personali anche a costo di scontrarsi con la famiglia.
Quella di Tommaso, il figlio minore dei Cantone proprietari di un pastificio in Puglia, è una famiglia numerosa e stravagante. In casa c'è molta attesa per il suo ritorno: la nonna ribelle e intrappolata nel ricordo di un amore impossibile, la mamma Stefania, amorosa ma soffocata dalle convenzioni borghesi, il padre Vincenzo deluso nelle aspettative sui figli, la zia Luciana a dir poco eccentrica, la sorella Elena che rifugge un destino da casalinga, il fratello Antonio da affiancare nella nuova gestione del pastificio di famiglia.... Insieme a loro Alba, la cui strada incrocia professionalmente quella dei Cantone.
Non mancano però sorprendenti rivelazioni e colpi di scena. Ed anche per questo il soggiorno di Tommaso dovrà protrarsi ben più a lungo del previsto…

Sito Web: http://www.minevaganti.net

Ambientazione: Lecce / Gallipoli (LE) / Punta della Suina (LE)


Note:
Il film racconta sotto forma di commedia una famiglia d'oggi nell'Italia meridionale, una famiglia piuttosto particolare, un vero e proprio catalogo di Mine vaganti. Per dirla più precisamente, "Mine Vaganti" è una commedia sociale che intende scardinare, attraverso i meccanismi della risata che non trascuri la commozione, una serie di luoghi comuni molto radicati nella nostra società.
La stessa città, accogliente e perfino comoda nel suo offrirsi sempre uguale e prevedibile, diventa, appena sollecitata, il teatro dei pettegolezzi e in qualche modo l'arena della vergogna, come in un film della classica commedia degli anni Cinquanta e Sessanta... Tutto comunque qui ruota attorno e all'interno della famiglia Cantone con le vite dei protagonisti che si snodano in un crescendo di rivelazioni e ribellioni. Fino a quando un evento triste e inaspettato mette in moto il cambiamento e i loro destini si avvieranno a prendere direzioni diverse.
--------
Un mio modestissimo parere da spettatrice.

Lo consiglio vivamente, perchè al di là dei sorrisi e perchè no delle risate che strappano alcune scene, tratta un argomento molto attuale che spesso ci pone noi genitori davanti alla classica domanda.....come mi comporterei nell'affrontare una realtà del genere....
Un argomento molto attuale (come del resto lo è sempre stato e la storia ce lo insegna) ,ma che oggi viene affrontato in molti modi, spesso esaltandone le situazioni o addiriturra esasperandole.
Un bel film, che scorre piacevolmente senza lentezze o scene forzate con la  scenografia   in una Lecce stupenda col suo candido barocco ma sopattutto "dentro" la vita giornaliera di una classica famiglia pugliese. I dialoghi si intrecciano tra ironia e profonda riflessione, senza mai la scontata superficialità o la classica battuta per strappare la risata.
Insomma...un film che ho gradito moltissimo, tra la commedia all'italiana ed un classico di Ozpetek.