I COLORI..."PENSIERI DELLA MIA MENTE" E LE MIE POESIE..."LA MELODIA DEL MIO CUORE"

In questo mio spazio desidero condividere le mie opere pittoriche, le mie poesie, foto, viaggi, ricette, letture...insomma tutto ciò che ho desiderio di condividere con Voi.

10 giugno 2009

Collettiva VENTIPERVENTI - Galleria LINEADARTE - NAPOLI

PARTECIPO ALLA COLLETTIVA DI CUI SOPRA
CON TANTISSIMI ALTRI ARTISTI :

VERNISSAGE 20 GIUGNO 2009

DAL 20 GIUGNO AL 20 LUGLIO


DESCRIZIONE EVENTO :


Lineadarte Officina Creativa è lieta di invitarLa aVentiPerVentiNei propri spazi napoletani Sabato 20 giugno 2009 alle ore 20 Lineadarte Officina Creativa inaugura la terza edizione della mostra internazionale del piccolo formato "VENTIPERVENTI", numerosi sono gli artisti che vi hanno aderito, francesi , brasiliani, messicani , belga, svizzeri ...un abbraccio globale .

Le opere ospitate in centinaia e centinaia rivestiranno le pareti del vasto-laboratorio di Via San Domenico Soriano 34, rivestiranno perché è questa è la sensazione che le opere danno, a memoria della vecchia tradizione napoletana delle riggiole, come spiegano gli artisti -curatori della manifestazione Gennaro Ippolito e Giovanna Donnarumma la mostra è nata per celebrare la creatività partenopea ,le case più popolari davano dignità agli "scarti" di produzione ed alle "rimanenze" riuscendo ad esprimere nella totale diversità e nel loro accostamento la massima bellezza, da qui la voglia di dar voce a tutti quegli artisti non rappresentati dall'attuale sistema dell'arte, dare il là ad un confronto artistico sul piccolo formato 20x20, ma con una rilettura del tutto contemporanea , ed è di queste similitudini che lo scrittore e giornalista Domenico Raio ci parla: "In origine la "riggiola", anche quando è maiolicata, non è dissimile da un'altra "riggiola" della medesima fattura così come non è diversa una tela bianca da un´altra tela bianca della stessa maglia e della stessa misura.

Entrambi gli elementi divengono ricettori di esperienze singolari nel trasformarsi da entità omogenee ed asettiche a pellicole sensibili sulle quali s´imprimono le più diverse vicende umane sotto forma di segni.

Quante similitudini si riscontrano tra gli agenti esterni che hanno effetto sulle "riggiole" e quelli che agiscono sull´animo umano e che gli artisti, sia pure secondo forme e stili diversi, provano a riprodurre su tela.

Sulla "riggiola", il tempo sortisce lo stesso effetto che ha sullo spirito umano: lo rende sempre meno impressionabile, o meglio, i segni che lasciano le avversità che l´esistenza ci riserva diventano sempre meno evidenti, perché si confondono con quelli precedenti, e questi ultimi con quelli ancora anteriori.

La tela diviene dunque uno strumento speculare all´animo di un artista chiamato a trasmettervi le esperienze rimaste impresse nel suo vissuto, anche quando l´esercizio pittorico può apparire meramente estetico, tecnico o concettuale.

Le dimensioni ridotte assumono anche un valore simbolico e riconducono alla limitatezza delle stesse possibilità d´azione degli esseri umani, ma esaltano nell´artista la capacità di sintesi e lo impegnano in una prova tecnico-espressiva di superiore livello di cui questa mostra collettiva è un chiaro esempio."Un invito a visitare la mostra viene dai 300 artisti che vi hanno aderito .


Paesi partecipanti: Argentina, Belgio, Brasile, Bulgaria, Croazia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Italia, Messico, Olanda, Perù, Polonia, Romania, Spagna, Russia.


---------------


Ho partecipato con il trittico 20x20x3 - ESSENZE E PRESENZE